2,5 milioni di euro, a tanto ammonta il ricavato dalla vendita dello chalet norvegese di Michael Schumacher, lo ha dichiarato Petter Birkrem, ovvero colui che gestisce l’agenzia che ha perfezionato la trattativa, alla testata scandinava Dagens Naeringsliv.

La costruzione, di 645 metri quadri, si trova nella località di Trysil, nella zona a nord di Oslo, e rappresenta un luogo ideale per sottrarsi ai numerosi fan del sette volte campione del mondo. Infatti, Schumacher si recava nella casa in questione con la sua famiglia e, in quel periodo prendeva parte agli allenamenti di calcio della squadra locale. Il rapporto d’amicizia che lega il pilota tedesco alla gente del luogo, ha spinto Schumi ad elargire, in passato, un contributo per la realizzazione del palazzetto dello sport della città di Trysil. Negli ultimi anni della sua carriera però, Schumacher ha utilizzato poco il suo chalet, affidandolo ad amici di famiglia.

Ci sono volute 3 settimane per trovare l’acquirente, ovviamente segreto, a questa costruzione degli anni novanta che è stata modificata istallandovi una palestra, una spa ed un garage in grado di poter contenere 6 o 7 auto.

Questa Casa meravigliosa si aggiunge alla lista dei beni venduti dalla famiglia del pilota più titolato di sempre in F1 durante il suo periodo di convalescenza seguito al terribile incidente sulla neve. Purtroppo, come si è appreso dalle notizie divulgate nei giorni scorsi, il recupero del driver tedesco appare lento, come di solito avviene in questi casi decisamente complicati.

La speranza è che, in un futuro non troppo lontano, arrivino buone notizie in merito a Schumacher, che ci diano informazioni relative ad un suo deciso miglioramento.