Schumacher nel fine settimana scorso ha sbagliato praticamente tutto. Non ha fatto delle prove libere brillanti, è stato pessimo nelle qualificazioni ed in gara non si può dire proprio che sia stato sotto i riflettori. Ecco cosa è successo al sette volte campione del mondo. 

Schumacher ha archiviato il gran premio d’Ungheria come un vero e proprio disastro, una collezione di errori con cui gli analisti hanno condito gli articoli del post gara.

Un errore clamoroso ed inusuale per un pilota come lui, è stato compiuto nelle prove libere, sotto la pioggia. Schumacher, per via dell’aquaplaning, è andato a finire contro un muro. Gli si sono bloccate le ruote anteriori e quindi nella frenata ha perso il controllo dell’auto.

Certo è che oltre al suo errore, si deve considera che la Mercedes W03 è apparsa sottotono rispetto a quanto si è visto all’inizio della stagione. Gli errori hanno guidato gli osservatori della casa di Stoccarda, dalle prove libere alla corsa.

Schumacher è apparso davvero fuori fase, ha perfino sbagliato la piazzole di partenza e l’hanno dovuto avvisare via radio. La partenza è stata annullata da Charlie Whiting e Schumacher, seguendo delle vecchie regole, quelle valide fino al 2006, ha spento il motore. Invece il giro di formazione, oggi, si ripete senza tutta la procedura di partenza.

In gara rimedia una penalità per aver superato i limiti di velocità nella corsia dei box e poi per guai tecnici si ritira a pochi giri dalla fine. Insomma, un disastro.