La Formula 1 in questi giorni sta discutendo soprattutto della pioggia di penalità che ha seguito il gran premio di Singapore che si è disputato sullo storico tracciato cittadino di Marina Bay ma sta soprattutto parlando della penalità inflitta a Schumacher. 

Anche un veterano dell’automobilismo internazionale come Michael Schumacher, può sbagliare, anche se poi davanti alle telecamere dichiara di non aver fatto niente di così strano e di non avere assolutamente colpa in questo incidente che ha portato al suo ritiro e a quello di Vergne.

Il fatto. Vergne in lotta con una Sauber davanti a lui, anticipa leggermente il punto di frenata, anche perché si trova all’esterno della corsia. Schumacher, arrivando da dietro a gran velocità, si fa sorprendere dalla manovra del francese e pur frenando ai 100 metri circa, non riesce ad evitarlo.

Sceso dalla vettura dichiara di non aver sbagliato e di aver compiuto la stessa manovra di sempre, ma ha avuto un problema con il freno.

La decisione della FIA. La federazione automobilistica internazionale, dopo aver ascoltato le parti ed osservato la telemetria della Mercedes, considerato che anche Schumacher ha ammesso l’errore, ha deciso per un arretramento di 10 posizioni sulla griglia di partenza.

La spiegazione è stata:

La sanzione tiene conto del fatto che questa è la seconda infrazione simile da parte del conducente in questa stagione.