Il sette volte campione del mondo non si rassegna e dopo aver festeggiato i vent’anni di carriera in Belgio, sembra deciso ad essere protagonista in queste ultime gare valide per la classifica iridata.

Anche stavolta non sale sul podio ma si può dire che sia uno dei piloti più soddisfatti di Monza.In Italia, il circuito di Monza è sempre stato “decisivo” per tanti piloti. Nel 2011 sono tanti quelli che possono dire di avere l’Italia nel cuore.

Primo tra tutti Vettel che sulla pista dove ha vinto il primo GP torna a vincere ipotecando il titolo iridato.

Alonso ha rinfrescato la sua autostima con un magico terzo posto conquistato con tenacia e con un sorpasso da oscar dell’automobilismo. Button si è divertito.

La sua McLaren va e con una prova “di forza” riesce ad essere più veloce del compagno di squadra e del ferrarista.

Ma il più soddisfatto, l’abbiamo detto in apertura, è sicuramente Michael Schumacher che non ha appeso il volante al chiodo e dopo l’ottimo piazzamento in Belgio dove festeggiava i vent’anni di carriera automobilistica, a Monza arriva quinto.

Contento e soddisfatto. Se la macchina fosse stata più veloce sarebbe anche salito sul podio, dichiara Schumi.

Il prossimo anno si lavorerà su quest’aspetto in Mercedes mentre i tifosi del pilota tedesco ammirano il duello in pista con Hamilton.