Michael Schumacher è ricoverato in coma farmacologico indotto nell’ospedale di Grenoble e sta ancora lottando per la vita. Ma nell’infinito spazio del web sono numerosi gli ‘sciacalli’ ignobili che danno già per morto l’ex pilota di F1. Su Facebook sono molti che hanno già dedicato pagine di addio e ‘piangono’ la sua morte. “Rip Schumi”, “Rip Michael Schumacher”, ”Addio Michael” e “Mai nessuno come lui” sono solo alcuni dei numerosi gruppi creati sul noto social network (il seguito è di migliaia di fan in poche ore). Come abbiamo visto per il caso di Caterina Sorensen (CLICCA QUI PER SAPERE DI COSA SI TRATTA), il vecchio proverbio “La madre dei cretini è sempre incinta” trova ennesima conferma nel caso del sette volte campione del mondo di F1.

Le pagine ‘in memoria di’, oltre a essere irrispettose, inopportune e fuori luogo, non tengono conto che l’ex pilota della Ferrari sta ancora giocando la sua sfida più importante. Ci mancano solo le quote dei bookmakers inglesi sulla sua lotta per la vita. I tifosi di Schumacher hanno preso d’assalto alcune di queste pagine ‘commemorative’, definibili come “sciacallaggio 2.0″, con insulti e minacce. Tra le reazioni dei fani dell’ex-pilota della Ferrari diverse sono state violente. Tra le più emblematiche: “Pollice in giù contro gli idioti” viene scritto in tedesco su una pagina che alimenta la speranza per Schumi.

LINK UTILI

Tutto il mondo stretto attorno a Schumi

Schumacher resta in coma: situazione critica, attesa la prognosi

I medici ammettono: “Non sappiamo se sopravviverà”

Schumacher in coma: operato al cervello, situazione grave

Michael Schumacher in coma: cade facendo fuoripista