Michael Schumacher è sempre il solito campione, non possiamo negarlo. Il suo duello in pista con Raikkonen è stato entusiasmante, forse uno dei più interessanti: due piloti navigati che conoscono a menadito il circuito. Peccato solo che la Mercedes abbia patito nel finale. 

Schumacher a Spa è sempre protagonista. L’anno scorso era stato autore di una grande rimonta proprio nell’anno dei festeggiamenti dei suoi vent’anni di carriera. Sempre a Spa, quest’anno, Schumacher festeggiava i suoi 300 gran premi ed ha voluto mettere il sigillo su questa ricorrenza.

Non è partito benissimo ma è riuscito a tenersi fuori dall’incidente che ha messo KO in partenza tutti gli avversari più temibili di Spa. A questo punto, proprio nei primi giri, quelli in cui in pista è rimasta la safety car, Schumacher ha guadagnato un bel po’ di posizioni.

Sembrava il pilota cinico e cattivo di una volta. E poi Schumacher questa pista la conosce davvero bene, tanto che nella prima parte della gara riesce ad arrivare in zona podio. Ad un certo punto è terzo. Il suo problema restano sempre le gomme. Le Pirelli con la Mercedes non vanno proprio d’accordo.

Così capita che Schumacher sia costretto alla sosta, a due soste. Questo inconveniente e qualche problemino con la settima marcia, gli regalano soltanto la settima posizione.