La scatola nera in auto dovrà essere montata su tutti i veicoli in circolazione entro i prossimi 12 mesi, partendo dai mezzi pubblici fino ad arrivare al trasporto privato. La novità è prevista da un emendamento del disegno di legge Concorrenza approvato dalla Commissione Industria del Senato, sul tema delle assicurazioni rc auto. Pronto ad approdare a settembre in Senato per poi essere nuovamente approvato dalla Camera, l’emendamento punta l’attenzione sulla scatola nera in auto.  L’emendamento prevede “la progressiva estensione dell’utilizzo dei dispositivi elettronici, con priorità sui veicoli che svolgono un servizio pubblico o che beneficiano di incentivi pubblici e, successivamente, sui veicoli privati adibiti al trasporto di persone o cose”.

La scatola nera in auto comporterà quindi maggiori costi per l’automobilista? Al contrario. Come chiarito da un subemendamento, “i costi di installazione, disinstallazione, abbonamento annuale, spese di funzionamento, sostituzione e portabilità sono a carico dell’impresa assicuratrice”. Inoltre montando la scatola nera in auto sono previsti sconti obbligatori sul costo delle assicurazioni per la responsabilità civile.  Leggendo il ddl Concorrenza si trovano anche ulteriori sconti, come quelli applicati agli automobilisti virtuosi che non abbiamo provocato incidenti negli ultimi quattro anni e che risiedano in provincie ad alto tasso di sinistri stradali, spesso nel centro sud della penisola.