Jonathan Rea si guadagna la Superpole, mettendo in riga tutti nelle qualifiche del Sabato sul Circuito Internazionale Chang in Thailandia. Il pilota della Kawasaki è stato protagonista assoluto delle qualifiche e della Tissot-Superpole, stampando il miglior tempo di  1’33″382. Secondo posto per Leon Haslam, in sella all’Aprilia e sulla terza piazza del podio Alex Lowes. Il pilota della Suzuki è pronto per fare il salto di qualità e giocarsela con i migliori per un posto sul podio. Come nella prove libere, chi fa davvero notizia è Troy Bayliss. L’australiano conferma il settimo tempo stampato nelle prove libere di ieri.

Lo scorso anno Tom Sykes era il “Re” indiscusso della Superpole, ma quest’anno è tutta un’altra musica: il binomio Rea – Kawasaki è più veloce di tutti nel giro secco, riuscendo a dare le spalle ad Haslam e Lowes. Il pilota dell’Aprilia ha chiuso in seconda piazza solo per 11 millesimi di differenza rispetto al britannico. I due sono in testa alla classifica del Mondiale di Superbike, dopo un gran premio, a 45 punti. Lowes chiude al terzo posto, un’opportunità che non deve assolutamente sprecare se vuole avvicinarsi ai primi della classe. Il pilota della Suzuki si trova in 13esima posizione con solo 7 punti.

Troy Bayliss si conferma una leggenda. Il “canguro” della Ducati ha dimostrato che la sua veneranda età conta ben poco, quello che conta davvero è la forza di volontà, l’esperienza e la sinergia: tutte qualità che Troy Bayliss ha dimostrato di possedere e insieme a lui il team italiano. L’australiano ha stupito tutti, anche i  fan più accaniti non si sarebbero mai aspettati un rendimento del genere dopo solo qualche settimana di test sulla Panigale. Partire dalla terza fila non sarà facile ma l’esperto pilota, già campione del mondo, mostrerà tutto il suo talento e la sua aggressività nelle due gare che si disputeranno in Thailandia. I motori si accenderanno su Italia2 alle ore (italiane) 7.00 per Gara 1 e alle ore 10.30 per Gara 2.

Tissot-Superpole Thailandia 2015: Ordine d’arrivo

  1. Rea Jonathan-Kawasaki-1’33″382
  2. Haslam-Aprilia-1’33”393
  3. Lowes Alex-Suzuki-1’33”738
  4. Sykes-Kawasaki-1’33”841
  5. Torres-Aprilia-1’34”080
  6. Davies-Ducati-1’34”084
  7. Bayliss-Ducati-1’34”334
  8. Van der Mark-Honda-1’34”514
  9. Guintoli-Honda-1’34”562
  10. Mercado–Ducati-1’34”674
  11. Salom-Kawasaki-1’34”968
  12. Baiocco-Ducati-1’35”024
  13. Barrier-Bmw-1’35”115
  14. Terol-Ducati-1’35”255
  15. Camier-MV Agusta-1’35”267
  16. De Puniet-Suzuki-1’35”578
  17. Ramos-Kawasaki-1’35”578
  18. Canepa-Ebr-1’36”466
  19. Ponsson-Kawasaki-1’36”788
  20. Barragan-Kawasaki-1’37”536

Alla Superpole thailandese non sono stati ammessi Nakcharoensri, Gildenhuis, Pegram, Toth, Sikora e Chumjai.