Dopo aver ricordato Andrea Antonelli domenica il Mondiale delle derivate di serie ha regalato spettacolo a Silverstone. Loris Baz, dopo un’epica battaglia, ha vinto una delle migliori gare della stagione ed è tornato sul primo gradino del podio in gara-2, proprio sul tracciato che lo ha visto conquistare la sua prima vittoria in SBK lo scorso anno.

Il francese era al comando nell’ultimo giro, quando la gara è stata interrotta da una bandiera rossa per la caduta di due piloti alla curva Stowe. Uno dei due era Jules Cluzel, secondo in quel momento ma risalito in moto e rientrato entro il tempo previsto dal regolamento regalandosi il primo podio e il miglior risultato assoluto per il team che completa la festa dopo il terzo posto di Leon Camier in gara-1, quinto nella secibda manche.

Eugene Laverty completa il podio, davanti a Jonathan Rea (vincitore di gara-1) mentre il leader del Mondiale Sylvain Guintoli ha concluso sesto, davanti al suo rivale Tom Sykes che precede Ayrton Badovini e Marco Melandri. Caduta rovinosa per Leon Haslam, un high-side che gli costa una bella botta alla gamba destra, fortunatamente non quella già dolorante.

In gara-1 successo di Rea tornato sul gradino più alto del podio dopo oltre un anno (l’ultima volta a Donington 2012). Anche la prima manche è stata ridotta di un giro (17), a causa della partenza ritardata per via del meteo instabile. Laverty ha chiuso secondo davanti a Camier e a Guintoli che approfitta del deludente risultato di Sykes, undicesimo davanti al duo BMW Melandri e Davies. Un weekend da dimenticare per l’inglese della Kawasaki che in queste condizioni era solito dominare lo scorso anno mentre il ravennate della BMW perde l’ennesima occasione per avvicinarsi alla vetta.

LINK UTILI

SBK: classifica piloti e costruttori

SBK Mosca 2013: a Melandri gara-1 prima del dramma Antonelli

Lorenzo Zanetti: “Se smettessi lo farei morire due volte”

L’ingiustizia di una vita che finisce sul più bello

Sarebbe bastato alzare una mano?

Il ricordo del Team