Il round decisivo del Mondiale SBK è pronto ad andare in scena in Qatar. Per la prima volta nella storia della competizione, l’evento si svolgerà in notturna sul Losail International Circuit che ha fatto il suo ritorno nel calendario Superbike dopo quattro anni di assenza: l’ultimo round disputato sulle sponde del Golfo Persico aveva visto il dominio di Ben Spies con Texas Terror che centrò una memorabile doppietta che gli consentì di recuperare il distacco di 10 punti da Noriyuki Haga e di vincere in grande stile il suo primo e unico Mondiale.

Soltanto due lunghezze in più separano i pretendenti allo scettro di campione del 2014. Tom Sykes (Kawasaki) guida la classifica con un vantaggio di 12 punti su Sylvain Guintoli (Aprilia). Entrambi hanno già corso su questa pista, con il francese che ha già preso parte a cinque edizioni del Gran Premio del Qatar, di cui una in notturna nella classe MotoGP nel 2008. Sykes, campione in carica, ha partecipato soltanto all’edizione 2009, che era la sua stagione di debutto nella competizione. Il pilota britannico fece bene sulla tecnica e veloce pista del Medio Oriente, lunga ben 5380m, chiudendo al settimo e quinto posto le due gare.

La battaglia per il terzo posto vede Marco Melandri precede di 11 punti Jonathan Rea e di 19 Loris Baz. Il ravennate, vincitore di quattro delle ultime sei gare, vuole fare il possibile per chiudere la stagione al meglio e mettersi alle spalle le polemiche di Magny-Corus (QUI I DETTAGLI). Ultima chance in stagione per i piloti Ducati: Davide Giugliano e Chaz Davies andranno ancora a caccia del primo successo di gara in sella alle rispettive 1199 Panigale R.

Ultima uscita da compagni di squadra, invece, per Eugene Laverty ed Alex Lowes: con il giovane britannico ufficialmente confermato per un altro anno all’interno del Voltcom Crescent Suzuki, per Laverty si tratterà di un’ultima occasione per fare bene in sella alla GSX-R1000 prima del passaggio in MotoGP. Nel 2009 il pilota irlandese conquistò a Losail la sua prima vittoria nel Mondiale Supersport.

LEGGI ANCHE

SBK Magny Cours 2014: doppietta Aprilia, Melandri scatena il caos

La crisi colpisce Aprilia, a rischio centinaia di posti di lavoro

SBK Jerez 2014: doppietta Melandri e Aprilia, Mondiali riaperti

Aprilia RSV4 2014 Eicma 2013: la supersportiva campione del mondo

Suzuki SBK 2014: la rivincita di Laverty “Aprilia mi voleva in MotoGP”