Il round di Portimao testimonia – se mai ce ne fosse bisogno – che il Mondiale SBK è combattutissimo ma alcuni pretendenti al titolo cominciano a perdere punti importanti in chiave iridata. Ne sanno qualcosa Eugene Laverty, Tom Sykes e Marco Melandri: il ravennate ha conquistato la vittoria nella prima gara di giornata battendo al fotofinish Sylvain Guintoli dopo che il francese era uscito velocissimo dall’ultima curva, riuscendo ad affiancare il rivale poco prima della bandiera a scacchi.

Sette millesimi, il quarto minor distacco di sempre in una gara SBK, bastano al ravennate della BMW per il secondo successo stagionale. Ma nella seconda manche Macio incappa nella gomma sfigata (Max Biaggi dixit) o meglio fallata ed è costretto a un calvario infinito perdendo decimi su decimi a ogni passaggio e chiudendo al dodicesimo posto quando il podio era tranquillamente alla sua portata. A ringraziare è Laverty che si riscatta dopo il problema tecnico in gara-1 mentre si trovava al comando e vola in solitario a conquistare la seconda manche. Ma soprattutto ne beneficia Sylvain Guintoli, che coglie un’altra seconda piazza e porta a casa un bel bottino dalla tappa in Algarve rafforzando la sua leadership in vetta alla classifica.

Esce deluso dal sesto round iridato Sykes che coglie il podio nella prima manche dopo aver dettato il passo nei primi giri ma deve lasciare il campo nella seconda a causa di una caduta nel warm-up lap vedendo aumentare il suo gap da Guintoli. Eroico poi il suo ritorno in sella con un ritmo pazzesco che gli vale il nuovo record del tracciato. Stessa sorte, a manche invertite, per Jonathan Rea: un terzo posto in gara-2 che è incoraggiante per la Honda come il quinto di Checa con la Ducati, nonostante il distacco della Panigale sia ancora troppo alto. In attesa che nella gara di casa a Imola, a fine giugno, arrivi qualche miglioramento.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Portimao: Sykes si conferma Mister Superpole

SBK Donington 2013: doppietta di Sykes, il Mondiale s’infiamma

Il test di Biaggi al Mugello

SBK Monza 2013: Melandri sfata il tabù italiano

Melandri e Manuela, tragedia che può unire

Nuovo record per il ravennate e la sua BMW

Dorna dice stop al Mondiale a Monza