Una domenica molto triste per il Mondiale Superbike. Apre così il comunicato del BMW Motorrad GoldBet SBK Team che rivolge pensieri e preghiere sono per Andrea Antonelli, la famiglia e gli amici. Nonostante la doppietta in gara-1 della casa tedesca con Marco Melandri a precedere Chaz Davies. Una scomparsa dopo un tragico incidente che ha segnato tutti e che rende gli avvenimenti sportivi quasi superflui. Non fosse stato per il tragico incidente che ha portato via un giovane talento del motociclismo, farebbe notizia anche il terzo posto di Ayrton Badovini che ha portato la Ducati 1199 Panigale R al primo podio della sua storia.

Ma la tragedia tocca tutti. In primis i piloti. Tra i più critici  con l’organizzazione russa proprio Melandri: “Oggi la pista era impraticabile, c’è un problema sicurezza ma è difficile fermare le corse. La gara della Supersport non doveva partire. Io ho cominciato ad alzare la mano e a chiedere la sospensione della gara di Sbk a due giri dalla fine per segnalare che c’era troppa pioggia: percorrevamo il rettilineo a metà gas. Purtroppo il problema è annoso e parte dal fatto che i piloti non vengono ascoltati dalla direzione di gara”. 

Il ravennate approfondisce il discorso: “È da quando sono sbarcato in MotoGP che chiedo l’attuazione di una safety commission che si riunisca in ogni gara come avviene in MotoGP e discuta in maniera seria e costruttiva della sicurezza. Purtroppo però non si sono mai fatti passi in avanti in questo senso e anzi io che continuo a battere su questo tasto vengo definito il classico rompiscatole. Spero che ora questa orrenda tragedia faccia aprire gli occhi a tutti, i piloti devono essere maggiormente tutelati”. 

Gli fa eco un altro veterano italiano, Roberto Rolfo: “L’organizzazione avrebbe potuto accorgersene durante il giro di ricognizione. Sentire dal dottor Corbascio che Zanetti non si è nemmeno accorto di avere travolto Andrea fa veramente male. Ci vuole maggiore attenzione alla tematica della sicurezza e non bisogna parlare di queste cose solamente quando succedono delle tragedie”.

Dramma in Supersport: Andrea Antonelli scompare a Mosca

Qui il tragico video dell’incidente

L’amico Giugliano “Siamo persone prima di piloti”

L’ingiustizia di una vita che finisce sul più bello