Max Biaggi prepara la sua seconda wild card stagionale con Aprilia. Il ritorno in pista del sei volte campione del mondo con l’Aprilia a Misano Adriatico ha suscitato l’entusiasmo dei tifosi e degli addetti ai lavori del Mondiale SBK. Il “Corsaro” non è andato lontano dal podio chiudendo con un buon sesto posto in entrambe le manche sul circuito Marco Simoncelli. Ora la seconda occasione per rivedere Biaggi in azione con i suoi ex avversari è fissata per il weekend del 2 agosto. A Sepang la RSV4 RF numero 3 scenderà in pista insieme alle Aprilia ufficiali di Leon Haslam e Jordi Torres nella decima prova del campionato iridato.

Proprio in preparazione di questo impegno, Max Biaggi e il test team di Aprilia Racing hanno svolto 4 giorni di test a Sepang per ritrovare i riferimenti su una pista dove non corre da dieci anni e che mai ha calcato in sella a una SBK. Il meteo sfavorevole e qualche impedimento tecnico non hanno permesso al pilota romano di svolgere completamente il lavoro programmato, rimandando ulteriori collaudi al weekend di gara: “Sono stati test sfortunati, purtroppo – ha spiegato Biaggi -. Per ben 3 giorni dei 4 disponibili abbiamo trovato pioggia. Non mi sono fatto mancare nemmeno una scivolata e abbiamo avuto anche un paio di problemi tecnici che ci hanno rallentato nel lavoro, però queste cose fanno parte delle corse. Speriamo di essere più fortunati la prossima settimana. Sepang rimane sempre un circuito affascinante, l’unico neo è che ho trovato l’asfalto piuttosto sconnesso rispetto a come me lo ricordavo”.

Anche Romano Albesiano, Responsabile Aprilia Racing, resta con i piedi terra: “Il bel risultato di Misano non deve farci dimenticare che Max manca dalle gare da quasi tre anni e certi meccanismi devono essere recuperati. Max mancava da questa pista da molto tempo, per questo è stato importante svolgere questi test a Sepang. Ora l’attenzione è tutta per la prossima settimana, siccome non si riesce mai a sfruttare completamente i turni di prove sarà importante continuare il lavoro di questi giorni anche nel weekend di gara”.