A Magny-Cours il Mondiale SBK sancirà l’inizio della volata per i quattro piloti che si contendono il titolo ma l’appuntamento in terra francese promette sorprese anche per i piloti italiani. Oltre a Marco Melandri e Davide Giugliano, entrambi a caccia di conferme dopo Laguna Seca, è tempo di esordio iridato per Michele Pirro. Il pilota pugliese, collaudatore MotoGP in Ducati, correrà per il Team SBK Ducati Alstare al posto di Niccolò Canepa, sostituto dell’infortunato Carlos Checa, che è in lotta sullo stesso circuito per il titolo Superstock 1000.

Dopo il debutto in MotoGP con il team ufficiale prima e il Pramac Racing poi, Pirro affronta con entusiasmo la nuova sfida: “Ho provato la Panigale giovedì scorso al Mugello durante il nostro ultimo test. E’ stata la prima volta che salivo su una Superbike e sono contento perché mi sono trovato bene, è sempre difficile valutare quando giri da solo, di solito è tutto più facile. Sono comunque fiducioso e sono convinto che si possa fare un buon risultato. Sarà tutto nuovo per me, la moto, i freni, le gomme ma credo che con l’impegno e l’aiuto di una squadra così preparata si possa lavorare bene e spero di trovare subito un buon feeling. L’importante è dare sempre il massimo. E’ un anno importante per me, in cui ho fatto il mio debutto in MotoGP e adesso in Superbike, non vedo l’ora di scendere in pista. Ringrazio la Ducati e tutto il Team Ducati Alstare per avermi dato quest’opportunità”. 

Spera in buon risultato anche il suo compagno Ayton Badovini: “Magny-Cours è una pista che mi è sempre piaciuta e dal punto di vista fisico è molto meno impegnativa rispetto a Laguna. Si gira a destra, che per la caviglia sarà meno faticosa, e con qualche giorno in più per recuperare penso di essere al 90% lì. Il fatto che arriviamo in Francia direttamente da Laguna e non da due settimane di stop, sarà un aiuto in più”. Il pilota piemontese sta ancora smaltendo i postumi della caduta rimediata a Istanbul.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook