Il Mondiale SBK delle derivate di serie fa ritorno in Europa dopo il bellissimo round di Laguna Seca, tracciato che non farà più parte del motomondiale a partire dal 2014 (speriamo che almeno rimanga in SBK): a Magny-Cours fervono i preparativi per il penultimo appuntamento stagionale in programma sul tracciato della Borgogna.

Un round che si annuncia decisivo per le sorti del campionato che ancora vede quattro contendenti: Tom Sykes ha incrementato il proprio vantaggio in classifica nella trasferta americana e ora vanta un +23 sull’Aprilia di un Eugene Laverty apparso in grandi condizioni e + 24 sulla RSV4 di un Sylvain Guintoli chiamato a osare di più sulla pista che lo scorso anno ha visto il suo successo in gara 1, sul bagnato, in sella alla Ducati. Nella bagarre iridata rientra di diritto anche Marco Melandri che però paga 42 punti di distacco dalla Kawasaki ed è chiamato a un’impresa difficile.

Tempo di conferme per Davide Giugliano reduce da un fantastico secondo posto a Laguna e a caccia di un altro podio stagionale. Gara di casa per Jules Cluzel (FIXI Crescent Suzuki), reduce dal sesto posto americano e voglioso di avvicinare il risultato dello scorso anno (vittoria in Supersport). Fortemente in dubbio la partecipazione dell’altro idolo locale, Loris Baz, che sottoporrà i risultati degli esami svolti ai medici di gara, ma sarà ugualmente in circuito per incontrare i suoi fan in una serie di eventi. Esordio in SBK per Michele Pirro, tester Ducati GP, che prenderà il posto dell’infortunato Carlos Checa nel Team Ducati Alstare, mentre Lorenzo Lanzi farà il suo ritorno nella competizione in sella alla 1198RS del neonato team Mesaroli Racing Ducati.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook