La Superbike fa tappa in California per il nono appuntamento stagionale. Il circuito è quello di Laguna Seca, una pista molto amata dai piloti: tanta adrenalina, tante curva ma poche possibilità di sorpasso. Le due gara sono state dominate dalla Ducati di Chaz Davies. Il britannico è ora terzo nella classifica generale.

Gara 1 – Laguna Seca

Il pilota britannico, Chaz Davies, partiva dalla prima piazza della griglia di partenza. Il ducatista parte molto bene, lasciando subito indietro Giugliano e Torres che partivano, entrambi, dalla prima fila. Oltre a Davies, sono le due Kawasaki, di Rea e Sykes, ad approfittare del brutto avvio di Torres, in sella all’Aprilia, è Davide Giugliano (Ducati).

Il numero 7 della Ducati mette subito un discreto vantaggio tra la sua Ducati e gli avversari in sella alla Kawasaki. Proprio i due compagni della Ninja, Jonathan Rea e Tom Sykes, si sono dati battaglia per il secondo posto. Il leader del Mondiale di SBK ha provato in tutti i modi, da inizio gara, a mettere le proprie ruote davanti a quelle del compagno di squadra, ma il sorpasso definitivo non è mai arrivato.

Davide Giugliano chiude in quarta posizione la prima manche a Laguna Seca. Il pilota romano è partito davvero male ma si è portato subito dietro lo spagnolo dell’Aprilia. Torres non è facile da superare ma Giugliano, dopo qualche giro di “test”, trova lo spazio perfetto al “cavatappi”, conquistando la quarta piazza.

Gara 2 – Laguna Seca

Doppietta della Ducati. La seconda manche è stata dominata da Chaz Davies, per lui è la prima doppietta in carriera e il team italiano ringrazia. La Panigale ha dimostrato tutte le sue qualità e si è dimostrata un’ottima rivale per la Kawasaki.

Il podio è una fotocopia di Gara 1: Daviez primo, Sykes secondo e Jonathan Rea al terzo posto. Mancano solo quattro GP dalla fine della stagione e Rea riesce a mantenere 125 di vantaggio sul suo compagno di squadra ma, attenzione, ci sono ancora 200 punti da assegnare.

Non entusiasmante il risultato dell’Aprilia. La squadra italiana sorride per il risultato del giovane Jordi Torres. Lo spagnolo, questa volta, chiude al quarto posto, conquistando la cosiddetta “medaglia di legno”. Appena dietro il compagno di squadra Haslam (in gara 1 solo 13° per una caduta).

Nessuna lesione per Davide Giugliano. Il pilota romano è stato protagonista di un brutto incidente ma le condizioni del ducatista sono, fortunatamente, positive.

Classifica SBK Top 10

Posizione – Pilota – Team – Punti

  1. J. REA KAWASAKI 407
  2. T. SYKES KAWASAKI 282
  3. C. DAVIES DUCATI 263
  4. L. HASLAM APRILIA 240
  5. J. TORRES APRILIA 164
  6. S. GUINTOLI HONDA 136
  7. D. GIUGLIANO DUCATI 119
  8. M. VD MARK HONDA 114
  9. L. MERCADO DUCATI 104
  10. A. LOWES SUZUKI 94