Ottimi risultati per Chaz Davies e l’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team nelle gare disputate a Jerez. Dopo essere salito sul podio in gara 1 (secondo), il gallese è stato l’autore di una gara 2 magistrale, ottenendo la vittoria per la quinta volta in questa stagione: “Che seconda gara! Pensavo che sarebbe stato molto difficile vincere qui oggi, ma abbiamo fatto bene a non cambiare niente rispetto alla prima manche – ha detto Davies -. Le condizioni della pista erano molto diverse e la moto ha funzionato meglio. In gara uno sapevo che avrei faticato nella prima fase. Sono molto contento dei risultati, ed è importante aver preso tanti punti a questo punto del campionato. So che la lotta per la seconda posizione in classifica sarà dura e spero che la battaglia continui fino in Qatar, una pista che mi piace”.

Michele Pirro, collaudatore di Ducati in MotoGP e sostituto di Davide Giugliano, ha completato due buone gare, chiudendo in sesta e settima posizione nonostante lo scarso feeling con l’anteriore in gara-1 e la scelta di cambiare gomma nella seconda manche che ha solo complicato le cose: “In gara 1 non ero andato male e speravo di poter fare meglio nella seconda – ha detto Pirro -. Abbiamo cambiato la gomma anteriore con una soluzione un po’ più dura per gara 2 ma purtroppo non ha funzionato come ci aspettavamo. Non avevo grip davanti ed è stato molto difficile gestire la situazione e tenere la moto in piedi. Un peccato, perchè avrei voluto fare qualcosa in più, ma ringrazio la squadra per avermi dato questa grande opportunità e per il lavoro che ha fatto”.

Con solo due round ancora da disputare, Chaz Davies mantiene la seconda posizione nella classifica generale con 353 punti, mentre Michele Pirro si posiziona ventesimo, dopo aver guadagnato punti (35) sia in questa gara che a Misano. Ducati è ancora seconda nella classifica dei costruttori con 408 punti: “Ricominciare dopo la pausa estiva e replicare lo stesso risultato dell’ultima gara è stato davvero fantastico - ha detto il Team Manager Serafino Foti - .Questo conferma la nostra forza e premia il grande lavoro di tutti i ragazzi del team e del reparto corse, che oggi hanno messo a disposizione di Chaz una moto veramente performante. Il resto lo ha fatto lui, meritando ampiamente questo risultato e dimostrando una grandissima lucidita’ nell’interpretazione della gara. Voglio inoltre ringraziare Michele, il quale come al solito, ha svolto un ottimo lavoro dandoci delle preziose indicazioni per il futuro. Purtroppo una scelta diversa della gomma anteriore, nella seconda manche, lo ha penalizzato, ma è stato molto bravo a gestire la mancanza di grip”.