Nel giorno di gloria di Tom Sykes, Jerez applaude anche la doppietta di Eugene Laverty che chiude un Mondiale SBK spettacolare e con tanti protagonisti. Il ventisettenne irlandese ha lottato spalla a spalla con Sykes per tutta la prima metà di gara e, dopo il sorpasso compiuto al termine del tredicesimo giro sul rivale, ha preso il largo, tagliando il traguardo in solitaria per la seconda doppietta stagionale ed eguagliando le vittorie dell’iridato (nove) vittorie all’attivo nel 2013.

Terza piazza per l’altro pilota ufficiale Aprilia,  Sylvain Guintoli, terzo anche nella prima manche, davanti a Toni Elias (Red Devils Aprilia), Chaz Davies e Camier. Ottimo settimo posto per Lorenzo Lanzi (Mesaroli A.S. Ducati) che porta l’unica moto di Borgo Panigale (la ‘vecchia’ 1098, tanto di cappello) al traguardo mentre  Marco Melandri non è riuscito a schierarsi sulla griglia a causa di problemi alla caviglia che lo avevano limitato anche in mattinata.

I riflettori sono tutti per Sykes ma Laverty può dichiararsi soddisfatto: “Due vittorie molto diverse oggi, la seconda è stata sicuramente più facile perché sono stato in grado di prendere il largo dopo aver sorpassato Tom. Sono soddisfatto di questa doppietta, un risultato che conferma il nostro potenziale assieme alla striscia di podi nel finale di stagione. Peccato per aver perso qualche punto importante ad inizio anno, ma non mi piace recriminare o cercare scuse. Finire secondi tra i piloti con più vittorie di tutti è comunque un risultato ottimo, così come il Titolo Costruttori per Aprilia”.

Risultati gara-1:  1. Laverty (Aprilia) 21 giri/92.820 km in 36’00.919 media 154.634 km/h; 2. Melandri (BMW) 0.218; 3. Sykes (Kawasaki) 6.681; 4. Guintoli(Aprilia) 9.327; 5. Elias (Aprilia) 20.446; 6. Giugliano (Aprilia) 27.633; 7. Davies (BMW) 28.621; 8. Camier (Suzuki) 29.548; 9. Fores (Ducati) 29.964; 10. Aitchison (Kawasaki) 36.981; 11. Cluzel (Suzuki) 37.008; 12. Barrier (BMW) 43.179; 13. Badovini (Ducati) 47.260; 14. Neukirchner (Ducati) 52.154;15. Lanzi (Ducati) 52.912; 16. Sandi (Kawasaki) 54.414; 17. Fabrizio (Honda) 1’02.109; 18. Parkes (Yamaha) 1’02.568; 19. Iannuzzo (BMW) 6 Laps; RT. Haslam (Honda).

Risultati gara-2: 1. Laverty (Aprilia) 21 giri/92.820 km in 36’05.989 media 154.272 km/h; 2. Sykes (Kawasaki) 2.711; 3. Guintoli (Aprilia) 5.710; 4. Elias (Aprilia) 15.509; 5. Davies (BMW) 21.830; 6. Camier (Suzuki) 26.558; 7. Lanzi (Ducati) 30.840; 8. Cluzel (Suzuki) 33.056; 9. Aitchison (Kawasaki) 36.299; 10. Giugliano (Aprilia) 40.867; 11. Neukirchner (Ducati) 44.308; 12. Parkes (Yamaha) 52.483; 13. Barrier (BMW) 53.674; 14. Fabrizio (Honda) 1’20.316; 15. Sandi (Kawasaki) 3 Laps; RT. Haslam (Honda); RT. Badovini (Ducati); RT. Fores (Ducati); RT. Iannuzzo (BMW); NS. Melandri (BMW).

photocredit: Atti Lauro