Nella prima spettacolare tappa del 2015, Aprilia centra la 50esima vittoria nel Mondiale SBK. Poco più di tre mesi fa la casa di Noale si laureava campione in carica due volte con Sylvain Guintoli e con la RSV4 nella magica notte del Qatar. Da quel momento l’impegno in SBK pareva destinato clamorosamente a sparire per lasciare spazio in toto al progetto MotoGP. Invece Noale ha mantenuto il suo impegno nel campionato delle derivate di serie e all’esordio mondiale a Phillip Island, Leon Haslam ha colto un secondo posto e una vittoria nel suo debutto in sella alla RSV4 e dopo un duello epico col connazionale Jonathan Rea.

SBK Australia 2015, la prima sempre a Phillip Island

La prima vittoria di Aprilia fu nel 2000, proprio sul tracciato australiano, con la bicilindrica RSV Mille condotta da Troy Corser. Ma è negli ultimi 5 anni che Aprilia ha scritto la storia della categoria con 4 titoli costruttori e 3 piloti, frutto delle 42 vittorie (sulle 50 complessive in campionato). Ora è toccato a Haslam, che nel 2010 ha quasi soffiato al titolo proprio alla RSV4 di Max Biaggi, portare in trionfo la RSV4: “Questa gara risveglia in me bei ricordi, l’ultima mia vittoria era stata a Kyalami nel 2010 dopo una grande battaglia con Rea – ha spiegato “Pocket Rocket” - . Devo fare i complimenti al mio Team, hanno fatto un gran lavoro durante tutto il weekend. Sono davvero felice di essere finalmente tornato sul gradino più alto del podio!”. Buono anche l’esordio del giovane spagnolo Jordi Torres. Alla sua prima gara SBK è stato sempre nelle parti nobili della classifica non mostrando alcun timore reverenziale per i big e, dopo aver battagliato anche con Guintoli e Troy Bayliss, ha chiuso con un ottimo quarto posto.

SBK Australia 2015, Aprilia si gode il primato

Un piazzamento alla portata del rookie iberico anche in gara-2 ma una scivolata ha messo fine anzitempo alla sua gara: “Dopo un lungo inverno in cui i ragazzi del reparto corse hanno lavorato duramente, siamo arrivati qui a Phillip Island con tanti interrogativi - ha detto Romano Albesiano, Responsabile di Aprilia Racing -. Tutti cancellati da questa splendida domenica, in cui Leon ha sfiorato la doppietta portando a casa un risultato eccellente mostrando un coraggio e una determinazione incredibili. Torres continua a crescere e ha già raggiunto un livello assolutamente invidiabile per un esordiente della categoria. Si preannuncia un campionato di grande equilibrio, con più piloti a giocarsi la vittoria, ma credo che la prestazione confermi ancora una volta la nostra competitività”. Aprilia torna dalla trasferta australiana col primo posto sia nella classifica piloti che tra i costruttori. Per ora, anche senza il campione del mondo e Melandri, alle prese con la scommessa MotoGP.