Dopo il successo di La Marra in STK 1000, nel freddo di Assen  gara-1 del Mondiale SBK viene monopolizzata da Tom Sykes, il re della Superpole. Per il pilota inglese della Kawasaki una cavalcata solitaria scaldata da un pallido sole, una gara condotta sempre al comando martellando un ritmo insostenibile per gli avversari.

Gli unici che rimediano distacchi contenuti (si fa per dire) sono le Aprila ufficiali e la Honda di Jonathan Rea, protagonista di una strepitosa manche dopo un difficile avvio di campionato. Ultimo giro spettacolare con Rea che sopravanza Guintoli, leader del Mondiale, e conquista un prezioso secondo posto nella gara di casa per la Honda del team Pata. Dietro di lui il suo compagno di squadra Laverty che ha lasciato cinque secondi più dietro la Kawasaki di Loris Baz e l’altra RSV4 di Davide Giugliano, miglior privato al traguardo.

Quinto posto per l’altra Kawasaki ufficiale di Loris Baz che rimedia oltre un secondo dal compagno di squadra e pole-man ancora alle prese con qualche difficoltà di setting. Sesto e primo degli italiani Davide Giugliano mentre la sfortuna non lascia scampo a Marco Melandri che nel giro di ricognizione vede rompersi la catena della sua BMW senza poi riuscire a tornare ai box e ripartire.

Assen – FIM Superbike World Championship – Race 1

1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’35.042
2. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 35’43.828
3. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 35’43.834
4. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 35’44.267
5. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’49.273
6. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 35’51.192
7. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 35’57.612
8. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 35’59.793
9. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 36’05.353
10. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 36’10.319
11. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 36’19.397
12. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 36’27.622
13. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 36’34.778
14. Ivan Clementi (HTM Racing) BMW S1000 RR 36’37.052
15. Mark Aitchison (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 36’56.903
16. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 37’00.759
17. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 37’17.752
RT. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR