Qualcuno ci aveva sperato: un pilota italiano sulla Ducati lasciata libera da Troy Bayliss, che a sua volta l’ha eredidtata da Davide Giugliano, ancora ai box. Esclusa la candidatura di Michele Pirro, collaudatore MotoGP impegnato nei test di Austin e Termas de Rio Hondo, sono stati bocciati gli altre tre pretendenti: nè Luca Scassa, nè Michel Fabrizio, nè Lorenzo Lanzi difenderanno i colori della rossa in SBK per le gare di Aragon (12 aprile) e Assen (19 aprile). Ducati ha scelto Javier Fores, un’altro spagnolo, una scelta poco incline agli appassionati italiani che sono tra l’altro uno dei bacini più importanti in chiave mediatico del campionato (i dettagli).

SBK Aragon 2015, Fabrizio e Scassa bocciati

Peccato perchè Lanzi ha già dato paga a Fores nel campionato tedesco SBK e lo scorso anno ha vinto una gara storica ad Assen sotto la pioggia partendo dalla 25esima casella. Non è da meno Fabrizio, tre stagioni con la Ducati ufficiale (2008-2010) e bocciato da Aprilia in SBK, nonostante i buoni tempi fatti segnare nei test, dove gli è stato preferito lo spagnolo Torres. Anche Scassa, tester e manager del team Aruba.it ma un buon passato tra SBK, BSB e AMA, avrebbe potuto correre anche solo come allenamento in vista delle wild card che dovrebbe avere per le due gare italiane (Imola e Misano) dopo un lungo stop per la frattura del bacino, occorsa durante un test sull’Aprilia Art che avrebbe dovuto guidare.

SBK Aragon 2015, Fores corre in casa

Forés, nato a Valencia 29 anni fa, è il campione in carica del Campionato Tedesco Superbike IDM, che ha vinto lo scorso anno in sella alla Ducati Panigale R del 3C Racing Team, e parteciperà allo stesso campionato anche quest’anno, sempre con la squadra tedesca: “Sono molto contento di avere questa opportunità con la squadra ufficiale. Non vedevo l’ora di tornare a correre dopo l’ultimo round dell’IDM 2014 e quindi mi sono allenato molto durante l’inverno. Poter esordire in gara quest’anno proprio ad Aragón è fantastico perché correrò a casa mia, in Spagna, su una pista che mi piace molto”. Continua il recupero per Davide Giugliano, visitato pochi giorni fa al Policlinico di Modena. Il Prof. Fabio Catani ha confermato i progressi del processo di guarigione del pilota romano che, da questa settimana, potrà anche riprendere il suo programma di allenamento. Il rientro in gara di Giugliano è quindi previsto per il quinto round in programma a Imola dall’8 al 10 maggio.