Dopo aver conquistato la Superpole nel secondo round ad Aragon (QUI IL REPORT), Tom Sykes firma una memorabile doppietta sul circuito di Alcaniz. E’ il quarto double in carriera per il campione del mondo che diventa anche il nuovo leader della classifica. Sykes ha preceduto sul traguardo il compagno di squadra Loris Baz, con Marco Melandri ad occupare il terzo gradino del podio dopo una splendida bagarre con il giovane francese della Kawasaki.

‘Macio’ ha sopravanzato Baz e ha cercato di passare anche il campione in carica, finendo però lungo alla curva 16 e perdendo così anche la seconda posizione. Quarto posto per l’altro pilota ufficiale Aprilia, Sylvain Guintoli, seguito da Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike), Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki), Davide Giugliano (Ducati Superbike Team) e Leon Haslam (Pata Honda World Superbike), quest’ultimo vincitore di una bella sfida nel finale con il nono classificato Toni Elias (Red Devils Aprilia). David Salom (Kawasaki Racing Team) ha invece avuto la meglio nella battaglia della classe EVO, tagliando il traguardo in decima posizione davanti a Niccolò Canepa (Althea Racing Team Ducati) e Leon Camier (BMW Motorrad Italia Superbike Team).

In gara-1 Sykes è stato autore di una perfetta partenza prendendo il comando delle operazioni senza mai lasciare la testa della corsa. Gli unici avversari apparsi in grado di rimanere in scia al campione in carica, almeno nella prima fase di gara, sono stati Baz e Giugliano ma il passo gara mostrato da Sykes è risultato inavvicinabile per tutti. Dietro a Baz, secondo, è giunto sul podio Rea che ha vinto il duello con Giugliano, a causa della scivolata del pilota romano della Ducati nel corso dell’ultimo giro (tornando in sella ha chiuso all’ottavo posto). Quarto al traguardo invece l’altro portacolori di Borgo Panigale, Chaz Davies, a precedere Laverty e Guintoli mentre Melandri ha perso diverse posizioni nel finale giungendo solo undicesimo.

LEGGI ANCHE

SBK Phillip Island 2014: Suzuki nella storia

SBK 2014 team e piloti: boom di presenze per un Mondiale imperdibile

SBK Jerez 2013: Tom Sykes campione del mondo