Prima di affrontare il secondo round del Mondiale SBK, il BMW Motorrad GoldBet Team ha effettuato due giorni di test sul circuito di Jerez de la Frontera. Il tracciato andaluso ha segnato il rientro in pista di Marco Melandri, dopo alcune settimane di convalescenza per l’operazione alla spalla. Insieme a Chaz Davies, i due piloti hanno lavorato su diverse aree della BMW S 1000 RR e per Macio è stata anche l’occasione per valutare la sua condizione fisica.

“Un buon test per me il dolore acuto alle ossa che mi faceva soffrire è passato. Chiaramente ho ancora da fare in quanto al momento ho perso forza e flessibilità alla spalla. Ma ora solo il muscolo mi fa un po’ male, devo recuperare ma siamo sulla buona strada. Dopo l’operazione e la lunga pausa ho sfruttato i test principalmente per lavorare su di me ma abbiamo anche provato differenti strategie e abbiamo trovato qualche nuova idea per il futuro e penso anche che stiamo facendo un ottimo lavoro”.

La squadra ha sfruttato i due giorni per sviluppare ulteriormente le strategie introdotte nei test di Jerez di metà marzo. Marco e Chaz hanno provato alcune nuove soluzioni di ciclistica oltre a dedicarsi allo sviluppo del motore. Sfortunatamente le condizioni meteo, nonostante una temperatura mite, non sono state ideali. A causa della pioggia la pista è rimasta bagnata sia giovedì che venerdì, riducendo il tempo utile in pista.

Melandri (101 giri) e Davies (74 giri) hanno coperto 755 km di test:  “Possiamo essere abbastanza contenti e guardare al weekend con ottimismo” ha detto il pilota inglese. Obiettivo nel round di domenica prossima ad Aragon dimenticare l’esordio difficile di Philipp Island, in cui rimane solo il bel gesto di Melandri nei confronti di Carlos Checa.