Il MotorLand Aragon si conferma un circuito magico per Chaz Davies che coglie una strepitosa doppietta nel Mondiale SBK. Lo scorso anno il pilota gallese conquistò su questa pista il suo primo podio nella competizione, ha dominato gara-1, condotta in solitaria dopo l’uscita di scena per problemi tecnici degli sfortunatissimi Eugene Laverty e Tom Sykes, rispettivamente al quarto e quinto giro.

E per BMW sfuma un magico “double” nella prima manche a causa di un problema al cambio nel finale occorso a Marco Melandri, che ha fatto scendere il ravennate dalla seconda alla quinta posizione, costringendolo recuperare agguerrito fino al terzo posto. Aprilia, dopo la memorabile doppietta a Philipp Island, si consola con il secondo posto di Sylvain Guintoli mentre il povero Davide Giugliano si ferma a pochi metri dal traguardo mentre si trovava in quarta posizione. Solo settimo Carlos Checa dietro a Jonathan Rea, Loris Baz e Jules Cluzel.

Nella seconda manche Davies completa il suo capolavoro andando a cogliere la terza vittoria in carriera in SBK. Secondo, ancora una volta, Guintoli che diventa il nuovo leader del Mondiale, mentre il suo compagno Laverty scivola alla curva 2 del primo giro quando era in testa. Sykes riesce a salire almeno sul podio dopo una lunga battaglia sul filo dei millesimi con Giugliano, quarto davanti a Melandri. Aspettando la Ducati, il Mondiale scopre una BMW più agguerrita che mai.