Ottimi risultati per l’Aruba.it Racing – Ducati nelle gare SBK a Misano. Secondo e quarto posto per Davide Giugliano, terza e quarta posizione finale per Chaz Davies. In gara-2 il pilota romano è rimasto in testa fino al quindicesimo passaggio, quando veniva superato da Rea. Davide ha continuato a lottare fino al traguardo ma una mancanza di grip nell’ultima fase gli ha impedito di conquistare la vittoria e alla fine ha tagliato il traguardo in seconda posizione: “Eravamo vicini al podio in gara 1 e ce l’abbiamo fatta in gara 2, ma un po’ mi dispiace, perché volevo vincere qua a Misano - ha ammesso Giugliano -. Purtroppo il turno che ho perso venerdì, e l’aver lavorato male a causa delle mie condizioni fisiche, non ci ha aiutato. Mi è mancato un po’ di grip in entrambe le manche, la gomma posteriore scivolava ed era difficile guidare come volevo a fine gara. Tutto sommato però, sono contento perché ho potuto stare davanti a tutti per tanti giri in gara 2 e, visto che sono rientrato solo ad Imola, questo dimostra che la moto è cresciuta e che stiamo lavorando molto bene”.

In gara-2 Davies è partito velocissimo, recuperando subito sette posizioni per posizionarsi quarto dopo un giro. Battagliando prima con Sykes, poi con Haslam, il gallese puntava al podio anche nella seconda manche ma si è dovuto accontentare dalla quarta posizione, staccato di meno di un decimo da Haslam, giunto terzo: “E’ bello sapere che ho regalato alla Ducati il suo 800° podio SBK. La prima manche è stata molto divertente. Una delle migliori di questa stagione penso, e sono quindi contento del risultato. Mi dispiace di non aver raggiunto il podio in gara 2, ma soffrivo di una mancanza di grip e non sono riuscito a sorpassare Haslam. Comunque dobbiamo essere contenti dei risultati ottenuti oggi e adesso guardiamo avanti e pensiamo a Laguna Seca”.

Michele Pirro ha concluso con un doppio ottavo posto che è un ottimo risultato vista la scarsa conoscenza della moto: “Innanzitutto voglio ringraziare sia il team che la Ducati. Sono solo scontento perché ho perso due gare già nella partenza, scattando male in entrambe le manche, mentre avrei potuto fare meglio. Un po’ mi dispiace, perché so che avevamo un buon potenziale. Ma detto questo, per essere arrivato qui solo sabato e non avendo mai provato ne le gomme e nemmeno la Superpole, direi che il risultato è stato positivo”. Soddisfatto anche Ernesto Marinelli, Ducati SBK Project Director: “Sia Davide che Chaz hanno disputato due ottime gare e siamo riusciti ad abbassare ulteriormente il distacco che ci ha separato dalla vittoria in queste ultime manche. Anche Michele è stato bravo considerato che ha potuto girare solo da sabato e in partenza ha avuto qualche difficoltà. E’ stato un vero peccato per Luca Scassa a cui auguriamo di recuperare nel più breve tempo possibile. Ovviamente non ci accontentiamo, il nostro traguardo rimane la vittoria e quindi dobbiamo continuare a lavorare”.