Eugene Laverty è pronto al suo terzo anno nel Mondiale SBK. Dopo l’addio di Yamaha, Laverty è entrato a far parte dell’Aprilia e l’addio alle corse del campione in carica Max Biaggi spinge il 26enne di Toomebridge (foto by InfoPhoto) ad ambire al titolo insieme al nuovo compagno di squadra Sylvain Guintoli.

Le sensazioni dopo i primi test stagionali sono buone: “L’aver provato nuovamente a Jerez è stato molto utile – ha detto in un’intervista al sito ufficiale del campionato - Abbiamo fatto un gran passo avanti e questo mi ha aiutato ad essere molto più preciso in ingresso di curva. Sono stati apportati solo piccoli cambiamenti alla RSV4 durante l’inverno, siamo riusciti ad ovviare alla mancanza di feeling all’anteriore che avevo riscontrato lo scorso anno. Ora sono fiducioso di poter lottare spalla a spalla con i miei avversari, cosa che in passato era difficile.”

L’importante sarà arrivare incolumi alla terza gara:  ”Sono positivo sul fatto di poter lottare per il titolo nel corso della stagione, ma dentro di me il desiderio è quello di superare i primi due round senza infortuni. Sin dal mio arrivo nella classe Superbike l’inizio di stagione è sempre stato disastroso, con brutte cadute causate da fattori esterni. Spero soltanto di poter iniziare la stagione con qualche podio.”

Pochi dubbi su chi saranno gli avversari più temibili per la lotta iridata: “Credo che i rivali principali saranno Marco Melandri e Tom Sykes. Ad ogni modo, lo scorso anno ci sono stati quasi dieci vincitori di gara, quindi sarei matto a sottovalutare gli altri piloti. Biaggi ha vinto con un ristrettissimo margine per via del gran numero di piloti in lotta per la vittoria di gara. Sembra che la costanza di rendimento sia più importante che mai per potersi laureare Campione del Mondo”.