La Sauber è una di quelle squadre che deve assolutamente voltar pagina, la scorsa stagione è stata disastrosa e non ha colto nemmeno un punto mondiale, per cui c’è grande attesa per la nuova C34, arrivata a Jerez con la nuova livrea dedicata allo sponsor che ne ha risollevato le sorti finanziarie.

I colori spenti del 2014 hanno lasciato il posto ad un colorazione accesa, con quell’azzurro che ben si sposa con il giallo e il bianco che ricoprono gran parte delle pance laterali dove spicca il logo Banco do Brasil. Ma veniamo ai dettagli più evidenti a livello aerodinamico.

Il muso è la parte che ha subito maggiori cambiamenti, con la parte finale più stretta rispetto al resto della zona anteriore. Le fiancate larghe e muscolose, riprendono lo stile di queste nuove monoposto ibride introdotte nel 2014, e le appendici intorno alle prese d’aria ricordano quelle già viste sulla Ferrari SF15-T.

Anche la protuberanza sul cofano motore provoca un certo dejavù, mentre la zona posteriore è molto rastremata come vogliono le tendenze attuali. A quanto pare, la nuova power unit Ferrari e la veste aerodinamica danno buoni risultati, se si considera che Ericsson ha colto il secondo posto nella classifica cronometrica del primo giorno di test.