Al Salone dell’Auto di New Delhi, Renault ha tolto i veli al Kwid Concept, concept-car che sottolinea l’impegno di Renault sui nuovi mercati, come l’India, sia la capacità dell’azienda di dar vita a prodotti attraenti nel segmento delle berline compatte. Il design simpatico insieme agli equipaggiamenti hi-tech ha lo scopo di rispondere alle attese dei giovani consumatori. Le proporzioni e le dimensioni seducenti del veicolo, insieme ai suoi sbalzi molto ridotti, danno l’impressione di un veicolo pieno d’energia, mentre le sue ruote sovradimensionate sporgono oltre i parafanghi e fanno sembrare il Kwid Concept simile a un buggy.

L’aspetto ludico del design esterno è in contrasto col look robusto conferitogli dalle protezioni e dai parafanghi di forma squadrata. Il veicolo dispone di una trasmissione a due ruote motrici, ma ha l’aspetto di un fuoristrada. Kwid Concept è anche equipaggiato di numerosi dispositivi tecnologici, tra i quali in primo luogo il «Flying Companion»: primo strumento di questo tipo nel campo automobilistico, ha per obiettivo quello di offrire una guida al tempo stesso piacevole e sicura. Può essere utilizzato per svariati scopi, come ricevere informazioni sul traffico, scattare foto al paesaggio o rilevare ostacoli sulla strada. Emergendo dalla parte posteriore scorrevole del tetto di Kwid Concept, il «Flying Companion» può essere attivato in due modalità: la modalità «automatica», che utilizza una sequenza di guida pre-programmata e la localizzazione tramite GPS, e la modalità «manuale», che permette di controllare il suo funzionamento tramite i comandi del tablet a bordo del veicolo.

“I consumatori dei nuovi mercati sono molto più giovani - ha spiegato Serge Mouangue, Responsabile della Strategia della Marca e del Laboratorio Cooperativo d’Innovazione -. Le loro attese sono differenti e i clienti sono appassionati di video-giochi. Hanno la tendenza a prestare maggiore attenzione alla tecnologia e vogliono divertirsi. Questo concept-car risponde alle loro esigenze in vari modi, principalmente grazie al «Flying Companion» che rende la guida sicura e al tempo stesso divertente. È la prima volta nella lunga storia automobilistica che è possibile guidare con le ruote a terra e gli occhi al cielo. È una funzionalità sorprendente”.

Kwid Concept ha anche la conformità «Z.E. ready» – è predisposto cioè per l’eventuale integrazione di batterie per un utilizzo 100% elettrico. Kwid Concept è alimentato da un motore turbo a benzina downsized (1,2 litri) di ultima generazione, abbinato ad un cambio a doppia frizione EDC, per unire piacere di guida e consumi ridotti. Se la combinazione di colori corrisponde a quelli che identificano il Gruppo Renault, i toni evocano allo stesso tempo l’associazione con l’India: il grigio rappresenta la terra, mentre il giallo e il dorato simboleggiano i fiori e le spezie.

“Renault ha conosciuto una crescita senza precedenti in India in meno di tre anni e tutto sembra far pensare che il mercato continuerà a giocare un ruolo significativo nella strategia di crescita internazionale dell’azienda negli anni a venire – ha dichiarato Sumit Sawhney, Direttore Generale di Renault India – . La presentazione di Kwid Concept in India (la prima volta fuori dall’Europa, ndr) e il suo design che prende in considerazione i desideri dei giovani acquirenti in India, è la dimostrazione del nostro profondo impegno verso il paese».

LEGGI ANCHE

Renault Captur sarà main sponsor di Project Runway Italia

Renault Captur: prezzo, foto e motorizzazioni con prova su strada

Renault Clio ST 1.0 TCE: prova su strada, foto e commenti

Renault Scenic Cross X Mode: prezzo, foto e prova su strada