Ne avevamo intuito la silouette grazie a un primo teaser pubblicato sulla fan page ufficiale del Double Chevron ed oggi ecco finalmente che la Citroën Numéro 9 Concept, prototipo di quella che potrebbe essere la futura ammiraglia del brand DS, si svela attraverso le prime foto ufficiali. Attesa al prossimo Salone di Pechino l’auto ha forme un po’ da berlina, un po’ da coupé e un po’ da shooting break, per differenziarsi il più possibile dalla concorrenza (Audi A7 Sportback, BMW Serie 6 GranCabrio e Mercedes CLS).

Lunga 4,93 metri, larga 1,94, alta 1,27 e con un passo di 3 metri e con alcuni punti di contatto con la Metropolis, concept vista un paio d’anni fa al Salone di Shanghai, la Citroen Numéro 9 Concept riprende gli stilemi della famiglia DS, portandoli all’estremo e creando così i presupposti per quello che sarà lo stile dei futuri modelli del brand: due berline, una di segmento C e una di segmento D e una SUV. Filante e muscolosa, la concept francese non lascia certo indifferenti e nonostante le forme estreme potrebbe non cambiare più di tanto una volta diventata un’auto di serie. D’altra parte il brand DS è stato creato anche per commercializzare modelli non troppo convenzionali.

A muovere i quasi 5 metri della grossa berlina francese ci pensa un sistema Full-hybrid plug-in composto da un propulsore elettrico da 70 CV(alimentato da batterie agli ioni di litio) abbinato o a un motore a benzina o un Diesel, a seconda del mercato. Il propulsore a combustione è montato in posizione anteriore ed è collegato all’avantreno, mentre l’unità elettrica è collegata al retrotreno; in tal modo la Numéro 9 può contare all’evenienza sulla trazione integrale. Naturalmente è prevista una modalità ad emissioni zero, la cui autonomia è limitata a 50 km.

La versione che debutterà al Salone di Pechino sotto il cofano avrà il turbo benzina THP d 1,6 litri da 225 CV e coppia di 275 e assieme al motore elettrico sviluppa una potenza totale di 295 CV, cosa che permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e percorrere 1000 metri, con partenza da fermo, in 25,3 secondi. La velocità massima invece è di 244 km/h. Se le prestazioni sono da sportiva, i consumi dichiarati paiono quelli di una minuscola citycar: per percorrere 100 km infatti ci vogliono 1,9 litri di carburante e le emissioni di CO2 sono di appena 42 g/km.

Raffinate, come su ogni Citroen che si rispetti, le sospensioni: sulla concept sono attive di tipo idraulico e stando a quanto dichiarato dalla Casa garantiscono un’ottima tenuta di strada e un comfort di marcia invidiabile. Particolari anche i grossi cerchi in lega da 21″, il cui particolare stile “a turbina” permette di rendere più fluido lo scorrimento dell’aria, diminuendo così consumi e turbolenze.