In occasione dell’86esima edizione del Salone di Ginevra, Suzuki ha presentato la versione 2016 della Baleno, la sua berlina compatta di gamma dal design ricercato, con interni spaziosi e l’impiego delle più innovative tecnologie.

La Baleno fa parte dell’ampio piano di sviluppo dell’azienda nipponica rinominato Suzuki Next 100 e che, da qui ai prossimi cinque anni, ha come obiettivo primario quello di lanciare almeno un modello nuovo all’anno. Suzuki ha tenuto a sottolineare oltremodo l’aspetto tecnologico presente a bordo della Suzuki Baleno: ma anche una nuova piattaforma, nuovi motori, tra cui l’esordio del 1,0 Boosterjet e il sistema ibrido SHVS.

La piattaforma riduce il peso incrementando al contempo la solidità. E dunque consumi minori, sicurezza aumentata, abitabilità e un bagagliaio unico, che con i suoi 355 litri di capacità si colloca ai primi posti nel suo segmento di vendita.

Per quanto concerne i motori a bordo della Suzuki Baleno è presente il propulsore a benzina 1.0 Boosterjet 3 cilindri turbo a iniezione diretta, che eroga una potenza massima di 82 kW per 112 CV e coppia massima da 170 Nm; in gamma anche il 1.2 Dualjet a doppia iniezione, disponibile anche ibrido, che fornisce coppia motrice al veicolo in fase di accelerazione e accumula energia elettrica in una batteria agli ioni di litio attraverso il recupero dell’energia prodotta in frenata.

E poi l’ampia gamma di sistemi di assistenza alla guida, tra cui il Radar Brake Support (RBS) e l’Adaptive Cruise Control (ACC) e una dotazione esclusiva, che comprende il display multi-funzione MyDrive a colori, con la misura istantanea e media di coppia, potenza e accelerazione longitudinale e trasversale, il cruise control adattativo con limitatore di velocità e un sistema di infotainment con tecnologia Apple CarPlay e connettività Smartphone.