Al Salone di Ginevra la Volkswagen non svelerà solo la Golf GTD ma anche l’auto da cui la GTD  ha origine, la Golf 7 GTI. Per la prima volta l’icona sportiva della gamma Golf sarà proposta per con due livelli di potenza: 220 cavalli che salgono a 230 per la GTI Performance. Con una coppia di 350 Nm, la 220 CV accelera da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi e raggiunge 246 km/h, mentre per la Performance i valori diventano 6,4 secondi e 250 km/h.

Il propulsore di entrambe le versioni è un TSI 2 litri turbo con iniezione diretta che è in linea con la normativa Euro 6 (in vigore nel 2014) e, grazie anche alla presenza dello start/stop, abbatte i consumi del 18% rispetto alla versione precedente: solo 6 l/100 km con emissioni di CO2 di 139 g/km (versioni con cambio manuale a 6 rapporti). In abbinamento al cambio DSG a 6 rapporti, i valori diventano 6,4 l/100 km (220 CV) e 6,5 l /100 km (230 CV) con rispettive emissioni di CO2 di 148 e 150 g/km.

Esternamente, il carattere sportivo della GTI è evidenziato dall’assetto abbassato, dalle pinze dei freni verniciate in rosso e dai due terminali di scarico cromati ai lati del paraurti. La scelta per i clienti è tra i colori Rosso Tornado, Nero e Pure White. All’interno si ritrova il classico tessuto a scacchi scozzese, il volante sportivo e la pedaliera in alluminio. La Golf 7 GTI sarà proposta in Italia nel mese di maggio a un prezzo di partenza che dovrebbe essere in linea con quello del mercato tedesco, circa 28.350 euro.