Il 5 marzo al Salone di Ginevra farà il suo debutto la nuova Flying Spur, il modello quattro porte di Bentley più potente mai realizzato finora sulla scia del successo mondiale conquistato dal modello precedente. Un nuovo standard per le berline dalle prestazioni di lusso dalle prestazioni elevate capace di coniugare una guidabilità senza sforzi, un lusso ricercato e una tecnologia all’avanguardia.

Il motore della nuova Flying Spur è il rinomato W12 biturbo da 6 litri di Bentley, abbinato al cambio ZF a otto marce, ora di serie sulle famiglie Continental GT e GT Convertible. Sviluppando una potenza di 625 CV e 800 Nm di coppia, la nuova ammiraglia inglese è dotata di una potenza maggiore rispetto a ogni altra Bentley quattro porte mai realizzata finora. Raggiunge i 96 km/h in 4,3 secondi e una velocità massima di 322 km/h: la potenza viene scaricata sull’asfalto tramite la trazione integrale con una ripartizione di coppia 40:60 a favore del retrotreno, che rende la guida coinvolgente in tutte le condizioni.

Per la Flying Spur il team di stile Bentley ha sviluppato un design atletico che combina la tradizione con un look sportivo e dettagli contemporanei che ospitano tecnologie acustiche ed elettroniche avanzate.  Il conducente e i passeggeri si interfacciano con l’auto e con il mondo esterno attraverso il sistema di infotainment touch-screen e la connettività mobile con Wi-Fi. Presente anche una suite di intrattenimento dei sedili posteriori con un nuovo telecomando touch-screen.