La terza generazione della Mazda 3 costituirà il centro dell’attenzione nello stand della casa giapponese al prossimo Salone di Francoforte, aperto al pubblico dal 14 al 22 settembre. Ne ha i motivi, trattandosi di un modello che ha venduto finora 3,6 milioni di esemplari in dieci anni.

La nuova serie arriverà nei concessionari a partire da ottobre. I progettisti hanno impiegato molta attenzione al fattore della connettività: la Mazda 3 consentirà di accedere ai contenuti della rete rispettando le esigenze di sicurezza di un veicolo in movimento.

Ma la tecnologia non si limita a questo. La berlina Mazda integra un sistema Hud, Head-up Display, cioè un pannello informativo integrato nel parabrezza: si tratta di una caratteristica rara per una vettura del segmento C.

I motori hanno visto sostanziali miglioramenti nell’efficienza dei consumi. I propulsori a benzina vanno da 100 a 165 cavalli; disponibile anche un diesel da 150 cavalli. Le trasmissioni a sei rapporti sono disponibili sia manuali che automatiche.

Allo stand di Francoforte farà bella mostra un esemplare di Mazda 3 che sta percorrendo in questi giorni un test molto impegnativo: 15mila chilometri partendo dalla casa madre ad Hiroshima, attraversando Russia, Bielorussia e Polonia, prima di arrivare in Germania.