Nel 1983 l’Audi portò al salone di Francoforte la Sport quattro, la vettura omologata per il campionato mondiale di rally. Passo corto, 306 cavalli e una grande maneggevolezza.

Trent’anni dopo la casa degli anelli prepara un omaggio a quello storico modello. Nell’edizione 2013 del salone, ecco l’Audi Sport quattro concept. Alcuni dettagli, come i montanti posteriori spigolosi e i doppi fari rettangolari, richiamano alla mente l’antenata: il resto è tutto moderno, sviluppato con le corse in mente.

Le misure: passo da 2,784 metri; lunghezza 4,602; larghezza 1,964; altezza da terra 1,386 metri.

La Sport quattro concept è una supercar ibrida plug-in. Il sistema propulsivo sviluppa una potenza combinata di 700 cavalli, 515 Kilowatt. La coppia motrice di sistema è bestiale: 800 Nm.

Il motore a combustione è un 4.0 V8 a benzina biturbo da 560 cavalli di potenza e 700 Nm di coppia. L’efficienza dell’unità è assicurata dai sistemi Start&Stop e Cylinder on demand (quando la richiesta di potenza è parziale, quattro cilindri vengono disattivati).

Collocato tra il propulsore a benzina e il cambio si trova il motore elettrico, in grado di erogare 110 Kw (140 cavalli) ed una coppia di 400 Nm. Nella parte posteriore della vettura si trova la batteria a ioni di litio, della capacità di 14,1 kilowattora. La ricarica avviene attraverso un apposito contatore a muro, chiamato Audi wallbox.

L’auto può funzionare con uno solo dei due motori o entrambi contemporaneamente. In modalità solo elettrica l’autonomia è di 50 chilometri.

In modalità boost, in cui entrambi i motori funzionano al massimo regime, l’accelerazione da 0 a 100 Km/h avviene in 3″7. La velocità massima è di 305 Km/h. La massa a vuoto complessiva della vettura è di 1.850 Kg. La casa dichiara consumi sul test del ciclo combinato di 2,5 litri per 100 Km ed emissioni di CO2 di 59 grammi per Km.