Il Gruppo Volkswagen, a margine del Salone di Detroit 2016, ha fatto sapere che manterrà gli impegni presi nel mercato statunitense.

Per bocca del suo CEO, Matthias Müller, il Gruppo tedesco ha ribadito ancora una volta che gli Stati Uniti sono e resteranno un mercato fondamentale, confermando gli investimenti per Chattanooga con l’obiettivo, a lungo termine, che resta quello di riconquistare la fiducia dei consumatori.

Gli USA sono e resteranno un mercato fondamentale per il Gruppo Volkswagen – le parole di Matthias Müller nel corso della conferenza stampa alla vigilia del Salone di Detroit 2016 – sappiamo di aver profondamente deluso in nostri clienti, gli organi governativi competenti e il pubblico. Mi scuso per ciò che è successo in Volkswagen. Siamo fortemente impegnati per mettere a posto le cose”.

Müller ha ribadito che il Gruppo sta dialogando con le Autorità competenti, la United States Environmental Protection Agency (EPA) e il California Air Resources Board (CARB). Le soluzioni saranno presentate non appena verranno definitivamente approvate dalle Autorità. In tutto il mondo il Gruppo Volkswagen ha venduto 9,93 milioni di veicoli con un bell’incremento per quanto concerne gli Stati Uniti (circa 600.000 veicoli).

Volkswagen ha inoltre confermato che sono e rimangono validi i già annunciati programmi di espansione delle proprie attività in Nord America. Dopo aver investito più di 1 miliardo di dollari nell’impianto di Chattanooga, Tennessee, il Gruppo pianifica di destinare ulteriori 900 milioni di dollari alla produzione del nuovo SUV medio per il mercato americano, il cui inizio è pianificato entro la fine dell’anno. Volkswagen creerà così circa 2.000 nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti.

E’ chiaro che riconquistare la fiducia sarà l’obiettivo principale del Gruppo Volkswagen per il 2016, come affermato dallo stesso Müller; cosa che si traduce in nuove soluzioni tecniche per i veicoli interessati dalla tematica emissioni, ma anche nel ricostruire la credibilità, in particolare facendo piena chiarezza su quanto accaduto.