La Saab rischia il fallimento

Voci contrastanti dal mondo delle auto, la Saab è sempre sul baratro del fallimento ma ora si prova a salvare la casa produttrice dalla chiusura definitiva.
Settimana scorsa è stata diffusa la notizia che la Saab aveva depositato in tribunale i libri per dichiarare fallimento, oggi ha parlato Victor Muller, amministratore delegato, ha comunicato che la proprietà della casa costruttrice ovvero la Swedish Automobile sta pensando a nuove strategie commerciali per poter salvare il prestigioso marchio.
Un nuovo investitore, questo è quello che servirebbe alla Saab, secondo l’amministratore delegato sarebbe l’unica soluzione nell’immediato per risanare il bilancio, ed ha dichiarato: “Nella nuova situazione che prevede lo spettro della bancarotta, potrebbe essere preso in considerazione un nuovo scenario. Se fossero coinvolti finanziatori non cinesi, infatti, la GM potrebbe finalmente sciogliere il veto”.
Per la Saab ora inizia la lotta contro il tempo, la casa produttrice dovrà trovare entro pochi giorni un nuovo investitore pronto a versare nelle proprie tasche la bellezza di circa 200 milioni di euro, il tempo corre e se non arriverà nuova liquidità sarà fallimento in quanto i creditori reclamano la loro spettanza.