Valentino Rossi sta attraversando l’ennesimo momento buio della stagione. Non è valso praticamente a niente quel terzo posto conquistato quest’anno. Una volta è il meteo, una volta è la moto, Rossi non riesce proprio a trovare il passo, né tanto meno a tenere quello dei migliori. 

Il rapporto di Rossi con la sua squadra, con la Ducati, è sempre stato molto trasparente. Peccato che in alcuni casi i panni sporchi non siano stati lavati in casa come suol dirsi, nel senso che Rossi, prima di parlare con il suo direttore sportivo, ha parlato con i giornalisti.

Insomma le spiegazioni sono arrivate ai microfoni e non alle orecchie dei diretti interessati. Eppure il rapporto Rossi-Ducati si configura sempre di più come una tarantella di amore e odio. Basta pensare alle ultime dichiarazioni del Dottore che, dopo aver “rotto” per l’ennesima volta con la squadra, dice di voler vincere con la casacca Ducati.

La dichiarazione arriva durante il Misano World Circuit:

Come si sta al team Ducati? Si sta bene, c’è molta passione, ci sono tanti ragazzi italiani che lavorano, ci mettono passione, lavoriamo a Borgo Panigale, praticamente lavoriamo tra casa e bottega. Ho iniziato la carriera con un’altra squadra italiana, devo riconoscere che fra italiani stiamo meglio.