A Brno più di un pilota era considerato il grande atteso. Gli scettici si aspettavano l’ennesimo scivolone del nove volte campione del mondo. Non uno scivolone in senso stresso, bensì qualche dichiarazione sul team.

Invece tutto è andato come doveva. Valentino Rossi non ha fatto alcuna dichiarazione sulla sua squadra, ne ha elogiato i lavori che gli hanno consentito di arrivare sesto sulla griglia di partenza.

Le migliorie riguardano soprattutto il sistema di frenata, addolcito e stabilizzato per la Ducati di Rossi.

A questo punto i grandi dovrebbero essere ad un passo, ad un soffio. A livello tecnico, spiega Valentino ai microfoni dei giornalisti, ha utilizzato le gomme morbide che sul bagnato hanno dato ottimi risultati. Una scelta che sarà replicata anche in pista.

Non è dello stesso avviso Marco Simoncelli che ha rimediato anche un piazzamento migliore di Rossi.

Sic ha conquistato la quinta posizione ma ha avuto molte difficoltà sul bagnato. Vorrebbe salire sul podio ma non sembra averne le possibilità in Repubblica Ceca.

Sic stavolta fa il Valentino della situazione e racconta che i tentativi di migliorare la sua Honda, in realtà sono stati vani perché in fin dei conti non hanno ottenuto il traguardo sperato. In più Sic non ha ancora preso confidenza con le specifità di Brno.