Nel rally uno che va e uno che viene. Si potrebbe dire se dopo il rientro di Raikkonen nella Formula 1, Valentino Rossi decidesse di votarsi a questa disciplina.Valentino Rossi, alla fine dell’asso di Tavullia, decide di sorridere per la grande prestazione che l’ha visto protagonista. Quest’anno la Ducanti non è riuscita a dargli le stesse emozioni, quindi a Monza ha recuperato un po’ dell’entusiasmo perduto in pista.

Visto che oltre alle due ruote, Rossi sembra portato anche per il rally, qualche giornalista ha pensato di chiedergli se intenda cambiare disciplina sportiva. Il campione pesarese ha spiegato che è molto attratto dal rally ma correrà ancora per un po’ di anni nel MotoGP.

In effetti l’ultima stagione è da dimenticare, sia per i risultati sia per l’impatto emotivo che ha avuto la morte di Simoncelli su uno dei suoi amici più cari.

Tra l’altro, proprio nell’ultima gara in cui Valentino si era distinto e poteva ragionevolmente pensare al podio, ci ha pensato un suo avversario a buttarlo fuori al primo giro.

Quest’anno la Desmosedici non ha reso quanto vale, mentre il dottore è del tutto soddisfatto di quel che ha saputo fare a bordo della sua Ford Fiesta WRC.