Per la Ducati si tratta di due operazioni nel giro di circa 10 giorni. Due interventi che coinvolgono i primi due piloti della squadra italiana. Sicuramente è più grave quanto accaduto ad Hayden, ma anche Rossi è finito sotto i ferri. Con il sorriso ma in sala operatoria. Per Valentino Rossi si tratta di un intervento di routine che non dovrebbe pregiudicare la sua presenza ai blocchi di partenza nel 2012.

Valentino Rossi, infatti, è stato operato alla Cattolica, come programmato da tempo, per la rimozione di un chiodo che dopo l’incidente che aveva avuto al Mugello nel 2010, era stato impiantato nella sua gamba.

Nel 2010, sul circuito italiano, Rossi era caduto e per lui c’era stata una frattura esposta di tibia e perone della gamba destra. Per farlo tornare a correre e per rimetterlo in piedi in breve tempo, gli era stato impiantato questo chiodo. A distanza di più di un anno era arrivato il momento di toglierlo.

L’intervento, dicono i medici che l’hanno operato, è riuscito e Rossi ha potuto lasciare l’ospedale dopo qualche ora appena. Adesso per lui ci sono all’orizzonte dei giorni di riposo assoluto e poi un periodo di riabilitazione.

La Ducati è incerottata, dicono sulle riviste di settore, ma Rossi e Hayden saranno presto operativi. Intanto il Dottore mostra su Twitter la gamba operata.