Tutta la rabbia che ha in corpo non riesce a tradurla in performance eccezionali. Valentino Rossi continua ad accumulare un piazzamento dietro l’altro e non sembra essere più in lista per il titolo iridato. Le sue lamentele gli stanno costando caro, nelle pagelle del motomondiale, ma cosa dice ai giornali?

Valentino Rossi, si sa, non ha peli sulla lingua, e dietro uno sguardo furbetto e malandrino, nasconde accuse pesanti che riversa senza troppi filtri anche nella stampa italiana.

Da qualche gara a questa parte continua ad attribuire la colpa delle sue scarse performance alla moto che la scuderia gli ha affidato. La sua Ducati non sembra reggere il confronto con le moto degli altri piloti e nell’ultimo GP non è riuscito nemmeno a far meglio di Hayden.

Eppure firma ancora un altro anno di contratto con la Ducati e “giura” che nel 2012 farà meglio. Nuova moto, nuova vita. È il primo della sua scuderia nella classifica mondiale, ma a parte la corsa per il titolo iridato, a Sachsenring ha deluso lui e hanno deluso i suoi compagni.

Bisogna lavorare con ottimismo e restare concentrati, questa è la ricetta di Valentino per venir fuori dall’ombra. A detta del campione italiano, ci sono le premesse per far bene ma la tecnica di guida deve essere raffinata.