La Yamaha ha ingaggiato Rossi e non certo per farlo sentire la spalla di Lorenzo. La squadra giapponese confida molto nel talento del campione italiano e dichiara già che l’anno prossimo i due partiranno alla pari. 

Il 2013 sarà un anno molto particolare per Valentino Rossi perché, ormai reduce da due stagioni prive di successi clamorosi, deve assolutamente riscattarsi. Dalla sua, stavolta, avrà una squadra decisamente più preparata dal lato tecnico rispetto alla Ducati.

Una considerazione che parte dai risultati ottenuti quest’anno dai due paddock. Rossi, comunque non riceverà un trattamento di favore e non sarà nemmeno considerato la “spalla” di Lorenzo. Anzi, la Yamaha ha già annunciato che Jorge e Valentino, nella prossima stagione, partiranno “alla pari”.

Lorenzo, secondo Jarvis, resta il pilota più adatto a vestire la casacca iridata ma c’è molta fiducia anche per l’italiano. Il managing director della squadra giapponese dichiara:

Ha fatto grandi cose in passato e può fare ancora molto per il team e per lo sport in generale.

Qualcosa, invece, riguardo a Rossi, resta ancora da decidere. Come si sa, il trasferimento di un pilota comporta il trasferimento di tutto il suo staff. Questo in generale.

Alla Yamaha, però, il Dottore non sa ancora se potrà essere accompagnato dal capomeccanico Burgess e da tutto il team.