La Ferrari, nell’endurance, può contare sul talento alla guida di Valentino Rossi che – nonostante non possa vantare un passato alla guida di vetture di questa serie – ha rimediato un ottimo diciottesimo posto nell’appuntamento italiano di Monza.

Valentino sembra voler fare qualsiasi cosa pur di dedicarsi alla sua Ducati con cui c’è un po’ di frizione dopo i risultati dell’avvio di stagione. Rossi, infatti, non solo non è salito sul podio, ma non è riuscito nemmeno a centrare gli obiettivi minimi concordati con la squadra.

Rossi è salito sulla Blancpain Endurance Series a Monza, sulla Ferrari 458 Italia. La sua gara si è conclusa, come abbiamo accennato, con un diciottesimo posto. In linea di massima non è un gran piazzamento ma in questo caso intervengono nella valutazione una serie di elementi importanti.

Prima di tutto bisogna considerare che c’erano 55 driver al via, a Monza e molti hanno un’esperienza consolidata nell’endurance. Poi non bisogna dimenticare che Rossi è stato campione nella classe regina del MotoGp e la prima volta che è approdato in questa disciplina si è ritirato. Eravamo a Vallelunga.

Infine bisogna capire che si tratta di un diciottesimo posto conquistato con una pioggia molto intensa sul tracciato. Più volte è stato richiesto l’ingresso della safety car. Alla fine dei conti Rossi ha emozionato.