Ebbene si, anche sua maestà Rolls-Royce si converte alla moda dei SUV, è un dato di fatto, una scelta che va accettata e condivisa, perché se è vero che ogni Brand non deve rinunciare alle proprie caratteristiche, è altrettanto vero che anche i Marchi più blasonati non possono prescindere dall’orientamento del mercato.

Così, la prestigiosa Casa inglese sta studiando le soluzioni tecniche più idonee ad un SUV con lo Spirt of Ecstasy sul cofano e, a quanto pare, la Rolls-Royce a ruote alte prenderà vita basandosi su una struttura spaceframe in alluminio che darà origine, in futuro, ad altri modelli della gamma.

In molti si sono chiesti se questa nuova vettura della Casa di Goodwood avrà una parentela con la BMW X7, per cui l’ad Torsten Müller-Ötvös, ha spiegato, nel corso di un’intervista rilasciata ad Automotive News Europe, che, nonostante le due auto in questione avranno delle componenti in comune, il SUV della Casa dell’Elica avrà una piattaforma differente.

Ancora non si sa se la Rolls-Royce a ruote alte sarà pensata per un abitacolo con 5 posti o se offrirà anche la soluzione dei sette posti, è ancora presto per dirlo. D’altra parte, dovrebbe fare il suo esordio in società nel 2018, per cui c’è tempo per riflettere su questo argomento.

Nel frattempo, Müller-Ötvös ha dichiarato: “stiamo finalizzando il design e nei prossimi mesi metteremo su strada i primi muletti”. Ma non è tutto, perché 50, selezionatissimi, clienti, hanno già potuto vedere in anteprima, lo scorso anno, dei bozzetti relativi alle varie proposte di stile.

Dunque, non manca che definire i dettagli, prendere le ultime decisioni per quanto riguarda la linea e poi realizzare delle vetture per intraprendere tutte le prove pre-produzione del caso. Sarà un processo lungo, che rappresenta l’ultimo passo prima della realizzazione definitiva dell’auto.

Per quanti si stessero domandando cosa potrà fare la Rolls-Royce a ruote alte oltre l’asfalto, Müller-Ötvös ha in serbo la risposta: “non sarà una vera fuoristrada, ma potrà andare dall’opera alle Alpi con tutto lo spazio necessario per passeggeri e bagagli”.