Motori a tre cilindri con potenze da sei. Propulsori diesel 3 litri con coppie da 6 litri benzina. Versioni ibride con emissioni da…biciclette. In quanto a catene cinematiche innovative a Ginevra c’è solo l’imbarazzo dell’offerta. Perché l’industria automobilistica sta spingendo su nuove soluzioni come mai è capitato nel passato più recente.

[imagebrowser id=2]

Stupisce in particolare il nuovo 3 cilindri di Ford con alimentazione a benzina e turbocompressore che nelle varie versioni servirà dalla Fiesta alla Focus. Un solo litro di cilindrata, tre soli cilindri, promette anche fino a 125 cavalli ma secondo alcune indiscrezioni nelle versioni future potrebbe arrivare persino a 170 cavalli! Altro motore davvero rivoluzionario è il nuovo sei cilindri tre litri triturbo della BMW. 381 cavalli, 740 Nm di coppia, consente a una Serie 5 a trazione integrale di accelerare da 0 a 100 km/h in un solo secondo in più di una Ferrari FF con 660 cavalli!

Tanti anche le soluzioni ibride: Toyota propone la Yaris, Volkswagen come Peugeot e Citroen spinge sull’ibrido diesel. I risultati di queste scelte premiano le emissioni di CO2 ma va detto chiaramente che i dati che dichiarano sono missione impossibile da raggiungere nell’uso normale. Perché la legge di omologazione favorisce e allontana dalla realtà i risultati. Quindi attenzione perché in materia ibrida non è oro tutto quello che luccica.