Decisione clamorosa di BMW: la casa bavarese ha annunciato il ritiro dalla SBK al termine della stagione. Una delle case più importanti del campionato saluta il Mondiale delle derivate di serie dopo essere entrati nel 2009 investendo circa 120 milioni di euro. Risultati che sono lentamente arrivati nel 2012 con Marco Melandri che ha firmato 9 degli 11 successi totali e ha rischiato di vincere il Mondiale lo scorso anno.

Nel 2013 l’impegno racing era stato trasferito alla squadra italiana Goldbet Team, ora la scuderia tedesca ha deciso di fermare il programma. Chaz Davies e Melandri, in scadenza comunque quest’anno, rimarranno dunque senza moto con il ravennate, attualmente in lotta per il titolo, si ritrova per la terza volta in una squadra che chiude: era già successo con la Kawasaki MotoGP (2008) e nel team Yamaha Superbike (2011).

Questo il commento di Stephan Schaller, General Director BMW Motorrad: Questo passo è coerente con il riallineamento strategico del nostro Brand che si concentrerà, ulteriormente, sull’espansione della gamma dei propri prodotti, ora oltre 500cc, nei segmenti sotto i 500 cc, nell’e-mobility e nello sviluppo del potenziale dei mercati nelle economie emergenti, quali il Brasile e l’Asia. Solo chi agisce in maniera coerente oggi, è preparato per le sfide di domani. BMW Motorrad manterrà il proprio coinvolgimento nel motor sport concentrandosi, a livello internazionale, sul customer sport, in tutte le sue declinazioni. Voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno supportato in questo viaggio, lungo e di successo”.

Il team onorerà l’impegno fino in fondo come conferma il General Manager Andrea Buzzoni: “La squadra è formata da persone estremamente professionali e motivate che, sono certo, continueranno a fare di tutto per concludere la stagione ad alti livelli. Il 2013 è un anno molto buono, il clima nel team è eccezionale e anche i nostri piloti, tanno facendo un ottimo lavoro. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti sinora e, naturalmente, continueremo a lavorare sodo. Perciò sono convinto che raccoglieremo nuovi successi con Marco e Chaz. Sono dispiaciuto per la decisione, ma capisco la strategia dell’azienda. Voglio ringraziare tutte le persone coinvolte in questo progetto”. Unica nota positiva: resteranno in pista moto BMW clienti che nel 2014 potrebbero essere addirittura 6.

LINK UTILI

Dramma in Supersport: Andrea Antonelli scompare a Mosca

Oggi i funerali del giovane pilota

Qui il tragico video dell’incidente

L’ingiustizia di una vita che finisce sul più bello

Il Codacons chiede l’omicidio con dolo

Sarebbe bastato alzare una mano?

Il ricordo del Team