Domenicali ha messo alle strette gli organizzatori del campionato di Formula 1. Sul circuito di Suzuka, ben 4 monoposto su 10 hanno rinunciato alle Q3 e questo non è considerato rispettoso per le altre squadre scese in pista e per i tifosi. Stefano Domenicali è stato preciso: bisogna rivedere le regole della Formula 1. All’oggi le squadre che per risparmiare gli pneumatici non partecipano al giro cronometrato, ottengono la stessa considerazione delle altre scuderie che non si tirano indietro.

Questa partecipazione opzionale alle Q3 deve essere rivista secondo il team Principal di Ferrari.

Gli risponde prontamente Paul Hembery che promette di cercare una soluzione. L’obiettivo è far svolgere in modo corretto tutte le tappe che precedono la gara ufficiale.

A Suzuka, circuito che ha fatto traboccare Domenicali, alle Q3 hanno partecipato soltanto i big: Ferrari, McLaren e Red Bull.

Il commento del manager di Motorsport Pirelli al botta e risposta tra Hembery e Domenicali è stata la valutazione della tenuta delle gomme.

Gli pneumatici montati durante le Q3  hanno risposto bene alla pista. Il consumo e il degrado sono stati negli standard e hanno rispettato le previsioni.

Per dare un’ulteriore rassicurazione a Domenicali, Hembery ha promesso di rivedere le regole in collaborazione con il team FIA.