Ricciardo ha esordito in Formula 1 e nonostante regolamenti e mercato piloti, tutti i team hanno tenuto d’occhio la sua performance. Fatto sta che dopo il suo piazzamento a Silverstone, s’inizia a valutare l’opportunità di dare nuova linfa alle competizioni mondiali con un bel carico di giovani.

Sicuramente la World Series Renault 3.5 ha sempre dato ampio spazio ai nuovi talenti delle monoposto. Ora si è interrotta per la pausa estiva e ci dà l’opportunità di valutare le prestazioni di qualche protagonista della competizione.

Ricciardo, per esempio, che è stato traghettato in Formula 1 dalla Hispania e, forse deconcentrato dalle proposte della F1, ha avuto una stagione nella WSR piena di alti e bassi.

Fortunatamente, come osservano alcune riviste di settore, non è l’unico gioiellino in erba.

Due talenti altrettanto validi sono Jean-Eric Vergne e Robert Wickens, rispettivamente 21 e 22 anni, entrambi nel team di Trevor Carlin, che già l’anno scorso si era aggiudicato la WSR con Aleshin.

Vergne fa parte del programma giovani di Red Bull, e dopo essersi distinto nella F3, adesso guida la classifica con 152 punti.

Soltanto quattro lunghezze più indietro c’è l’altro talento di Carlin, Wickens, che è tornato alla WSR dopo un paio d’anni trascorsi sui circuiti della F2 e del GP3. Gli fanno la corte i team manager di Marussia Virgin che puntano a farlo esordire in Formula 1.