Come potete consultare sul sito della Polizia di Stato (cliccate qui, per accedervi direttamente), anche motocicli e ciclomotori devono rispettare le stesse regole, in materia di revisione.

Dunque, la revisione deve essere effettuata al quarto anno, dopo la prima immatricolazione e, successivamente, ogni due anni.

Vediamo, ora, i casi che fanno eccezione:

  • la revisione è annuale, per tutti i mezzi adibiti a servizi pubblici di trasporto persone
  • variano la data di scadenza della revisione tutti quei veicoli sottoposti a visita e prova, per l’accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione (ai sensi degli articoli 75 o 80 del Codice della Strada). In questi casi, il termine biennale decorre dalla data di tale visita e non da quella della precedente revisione.