La battaglia nelle retrovie della Formula 1, quest’anno, si prospetta molto accesa perché i piccoli team hanno investito parecchio nello sviluppo ed eccoci ad apprezzare gli sforzi e i risultati degli ingegneri di Force India e Sauber

Abbiamo già evidenziato l’amarezza che dà constatare che nelle retrovie c’è anche la Williams in virtù della pessima stagione dell’anno scorso e nonostante le ottime performance del passato. Abbiamo anche avuto modo di apprezzare la strategia dell’italianissima Toro Rosso, progettata da due italiani, con una nuova coppia di piloti.

Adesso arriviamo alla Force India che nel 2012 dovrebbe essere finalmente in grado di misurarsi a dovere con le colleghe. La VJM05 è considerata dagli esperti il terzo incomodo dopo, anche perché non bisogna sottovalutare il terzo posto ottenuto l’anno scorso.

Adesso per il team ci si prepara con Di Resta e Hulkenberg a bissare almeno la grande annata del 2011. Il motore è Mercedes ma gli sviluppatori stanno lavorando ancora sugli scarichi e sul carico della monoposto. Non si escludono sorprese.

Concludiamo questa piccola panoramica illustrando le possibilità inespresse (l’anno scorso) della Sauber che ha dimostrato con la nuova C31 di poter garantire qualche exploit di tutto rispetto. Almeno nei test la monoposto al servizio di Perez e Kobayashi ha portato in pista delle novità aerodinamiche che hanno suscitato curiosità ed attenzione da parte di Newey.